confindustria

Alunni-Paparelli, vivace confronto in tv su come rilanciare l'Umbria

26/11/2017 - 17:13 | Puntata di “Nautilus” di particolare rilevanza questa sera (domenica 26 novembre) alle ore 20 sul canale 11 – Trg del digitale terrestre. Prima uscita pubblica in tv del neo presidente di Confindustria Umbria, Antonio Alunni, che si confronta con l'assessore Paparelli

Quello che i padroni non dicono (ma i fatti documentano)

12/06/2013 - 13:08 | Vale la pena ricordare ai padroni, che oggi tirano gli stracci, quanto siano stati corrivi verso governi che hanno fatto del lavoro carne di porco pensando che una classe lavoratrice priva di diritti, con tutele decrescenti avrebbe risolto il problema della competitività

Monti attacca i sindacati: vanno ridimensionati

24/05/2013 - 10:32 | L'ex premier interviene in tv e accusa le organizzazioni dei lavoratori di essere un ostacolo per la crescita. Dunque suggerisce "un'azione per ridurne l'importanza" come fece la Thatcher. Poi attacca anche Confindustria, troppo catastrofista

Confindustria Perugia e Terni verso la fusione

20/05/2013 - 14:56 | I Soci saranno chiamati ad approvare la nascita di un unico organismo associativo regionale, Confindustria Umbria (1500 imprese, 55mila dipendenti).

Accesso al credito: Confindustria Perugia individua le priorità locali

18/04/2013 - 09:56 | Una realtà drammatica, quella vissuta dalle imprese, testimoniata dalle oltre 70mila cessazioni di attività a livello nazionale negli ultimi cinque anni difronte a una crisi che è la più intensa dall’Unità d’Italia e vede la produzione industriale ai livelli di tredici anni fa

Cresci Italia, cresci! Confindustria: 758.000 disoccupati in più

13/09/2012 - 11:12 | Sono diventate 758 mila le persone senza lavoro in più in un solo anno. E' l'allarme del Centro studi di Confindustria che in un rapporto sottolinea come "il tasso di disoccupazione raggiungerà l'11,2% a fine 2012 e il 12,5% a fine 2013"

Ma quale fiducia, coliamo a picco

01/02/2012 - 13:58 | I dati di Confindustria confermano che la strada verso la ripresa, almeno in Italia, si annuncia lunga e tortuosa: Moody’s ha stimato che il decreto Salva-Italia «ridurrà il reddito disponibile delle famiglie» e l’economia italiana registrerà un calo del Pil dell’1% nel 2012.
Condividi contenuti