Umbrialeft è un progetto editoriale che vuole dare la possibilità alle soggettività di sinistra, politiche, sociali, culturali, alle associazioni, ai movimenti, ai comitati di dare una lettura della realtà a partire dal proprio punto di vista, di dialogare e di confrontarsi tra loro. A partire dal locale, sebbene usando lo strumento che è globale per eccellenza, Internet. Un locale che è una dimensione regionale, di una regione piccola e policentrica, in cui i territori e i piccoli centri conservano una certa importanza, grazie alla tradizione municipale. Dare voce e visibilità a chi normalmente non ce l’ha, tanto sulla stampa locale tradizionale, più attenta allo scandalo, alla notizia strillata, alla spettacolarizzazione dell’informazione, più che ad un’analisi o una lettura attente della società locale, che su radio e televisioni, per non parlare del web, campo quasi inesplorato dall’informazione locale umbra. Noi vogliamo dare corpo ad un punto di vista di sinistra, rinnovato e innovativo, che sappia tornare a creare entusiasmo e passione per la politica e la trasformazione tra la gente in carne ed ossa. Precari, pensionati, lavoratori dipendenti schiacciati dalla morsa della precarietà, della dinamica salariale in discesa; cittadini preoccupati per la vivibilità delle città e dei territori, per gli scempi e le devastazioni ambientali di un modello sviluppi sta e industrialista. Sì, il nostro punto di vista informativo è dichiaratamente politico. E di sinistra, con l’obiettivo di portare consenso, attenzione e sostegno al processo di riaggregazione della sinistra, che in Umbria ha già prodotto momenti avanzati di dialogo e progetto. Partiamo da qui, da questo quotidiano online che probabilmente è il primo tassello di un polo informativo locale alternativo. La redazione