CITTA’ DI CASTELLO - Tradizione e eccellenze economiche nell’ottava edizione della Mostra del libro antico e della Stampa antica che si apre a Città di Castello sabato 6 settembre alla presenza di oltre quaranta espositori e di Giampiero Mughini nella veste di critico letterario e collezionista di libri. “L’iniziativa entra in una fase matura” ha detto l’assessore allo Sviluppo economico Domenico Duranti nel corso della conferenza stampa di presentazione “per la rilevanza esterna che ha acquisito, per la sinergia tra la qualità degli esemplari antichi e l’avanguardia dell’industria locale grafica e cartotecnica, che si sta dimostrando capace di fronteggiare il difficile frangente. L’impegno diretto dell’Amministrazione comunale è finalizzato a promuovere il comparto su mercati nazionali e internazionali, puntando su tutte le potenzialità che esprime. L’appuntamento con il libro e la stampa antica è infatti prelude alla trasferta che ci porterà nei prossimi mesi alla Buchmesse di Francoforte. Città di Castello sarà dunque la ‘Città del libro’ non solo come oggetto da collezione ma anche come strumento secolare di trasmissione del sapere, grazie agli eventi collaterali, che privilegiano gli autori locali”. Parte rilevante del programma della Mostra è costituito infatti dal “Salotto letterario” aperto fino al 14 settembre negli spazi del Quadrilatero di Palazzo Bufalini dove sarà allestita un’esposizione di volumi firmati da tifernati: “È stata una sorpresa anche per noi scoprire che la scrittura fosse una passione così diffusa nel territorio. In questa fase d’esordio non è stato possibile ospitarli tutti, sono oltre cento, ma lo faremo in occasioni successive” ha dichiarato l’assessore alle Politiche culturali Rossella Cestini per la quale “il legame secolare tra il libro e la città ha prodotto opere ragguardevoli di cui gli autori parleranno con il pubblico in conversazioni libere, previste nel pomeriggio. La presenza di Giampiero Mughini sarà accompagnata da una approfondimento a due voci con Duilio Contin, sabato 6 settembre alle 17.00 al Circolo degli Illuminati, sulla ‘bibliomania’ per offrire spunti originali e coinvolgere un pubblico più ampio negli itinerari della mostra”. Particolarmente qualificato il parterre degli espositori, italiani ed esteri, che nell’ampio arco di quaranta stands permetterà di muoversi tra incunaboli, cinquecentine, legature d’epoca, stampe antiche d’autore e cartografia. Organizzata da Giancarlo Mezzetti la mostra-mercato sarà riservata agli operatori commerciali venerdì 5 settembre, dalle 14 alle 16, per poi aprirsi con orario continuato fino a domenica. Città di Castello offrirà ai visitatori anche un percorso che orbita intorno al libro antico cui hanno aderito il museo del Duomo, che esporrà il Codice dei Canoni della Cattedrale risalente al XI secolo, il laboratorio di restauro “Memorie di carta” e la Tipografia Grifani-Donati. Condividi [6]