CORCIANO - Il Corciano Festival continua e si immerge nelle atmosfere del Medioevo e del Rinascimento: fino al 15 agosto tre giorni di musica, spettacoli, cibo e giochi in costume del ‘400 che, oltre a un valore folkloristico, hanno lo scopo di ripresentare la vita di un castello medievale e di alcune sue manifestazioni religiose.

Si comincia domenica 13 agosto alle ore 21.30 con le Serenate dei Menestrelli in cui i Menestrelli di Corciano con dolci serenate per le vie del centro storico sotto finestre e balconi per poi ritrovarsi tutti in piazza a festeggiare  al suono di cornamuse e tamburelli danzando e cantando in una suggestiva atmosfera rinascimentale. Cene animate dai giovani corcianesi, elaborazione testi di Chiara Nucci, coreografie di Antonietta Battistoni, Benedetta Morari e Ilaria Spurio Passamonti, direzione musicale di Giovanni Brugnami, regia di Chiara Donà.

Lunedì 14 agosto alle ore 21.15, in centro storico, appuntamento con la Quattrocentesca Processione del Lume; clero, valletti, magistrati, corporazioni delle Arti e dei Mestieri, tamburini e popolani sfilano per le vie dell’antico Borgo al canto di laudi medievali e orazioni latine. Infine, nella giornata di Ferragosto il Festival si anima con il Corteo quattrocentesco del Gonfalone che vede oltre 300 figuranti sfilare dal convento di Sant’Agostino alla Piazza Coragino portando in processione solenne la riproduzione del Gonfalone di Benedetto Bonfigli (1472).

La giornata di domenica non prevede solo Rievocazioni: alle ore 18.30 nella Sala del Consiglio Comunale “Alessandro Truffarelli”, si terrà la presentazione del libro
di Luciano Taborchi “Raffaele Marchesi, un prete scomodo” Edizione della Soprintendenza Archivistica dell’Umbria
e delle Marche.
Con Mario Squadroni Soprintendente Archivistico dell’Umbria e delle Marche, Alessandra Tiroli Storico dell’arte.

Alle 20.30, Giardini del Torrione di Porta Santa Maria, l’apertura dell’“HOSTARIA” Degustazione di prodotti tipici ed eccellenze dell’Umbria birra artigianale, vino delle cantine del territorio e “tagliere del norcino”. E alle 22.30, sempre ai Giardini del Torrione, è l’ora della musica
Spazio ai giovani... sulla strada del successo
con Maria Rita D’Amico alla voce e chitarra con Carlo Prosperi alla chitarra e cajon.

Le mostre del Corciano Festival - Fino all’8 ottobre nella Chiesa-Museo di San Francesco “Lauda Decem et Pastorem. Fulvio della Corgna Principe della Chiesa e Signore di Perugia” a cura di Tiziana Biganti, Isabella Farinelli, Alessandra Tiroli, con la collaborazione di Mons. Fausto Sciurpa e Alberto Maria Sartore. Nelle Sale dell’Antico Mulino
del Palazzo Comunale “STIGMĂTA
- La tradizione del tatuaggio in Italia” a cura di Luisa Gnecchi Ruscone
e Associazione Stigmăta,
in collaborazione con
il Museo di Antropologia Criminale “Cesare Lombroso” Università di Torino e con il Museo Archeologico dell’Alto Adige, vistabile fino a domenica 20 agosto. E ancora, nelle Sale del Chiostro
del Palazzo Comunale la Mostra-mercato
”Corciano Festival incontra i Presidi Slow Food e le eccellenze dell’Umbria” a cura di
Associazione Turistica
Pro Loco Corciano, Slow Food condotta del Trasimeno,
GAL Media Valle del Tevere. Orario apertura mostre: dal 5 al 20 agosto, giorni feriali dalle h 17 alle 23; festivi e prefestivi dalle h 10 alle 13 e dalle h 17 alle 23.

 

 

Condividi