BONANNI.jpg
PERUGIA – “La Cisl dell’Umbria incontra i giovani”: il prossimo 11 giugno alle ore 15,00 presso l’Hotel Plaza a Perugia la Cisl dell’Umbria consegnerà gli attestati del corso di formazione di Spagliagrano e premierà i vincitori del concorso “Giovani e lavoro”. All’evento sarà presente il segretario generale Cisl Raffaele Bonanni, il responsabile del dipartimento formazione Cisl Nazionale Brigida Angeloni e l’assessore regionale all’istruzione e al sistema formativo integrato politiche attive per il lavoro Maria Prodi. Della Cisl dell’Umbria prenderanno la parola il segretario generale regionale Pierluigi Bruschi, il segretario regionale Lucia Diamanti, il responsabile regionale formazione Cisl Stefano Candelori. “Capire i giovani e le proprie esigenze, aspirazioni, preoccupazioni e approccio verso il mondo del lavoro: tutto ciò è stato possibile leggendo gli interessanti elaborati dei partecipanti al concorso letterario”. Ad affermarlo il segretario generale regionale Cisl Umbria Pierluigi Bruschi. “Il modo di comunicare dei giovani –ha sottolineato Bruschi- è schietto e sincero, a volte anche provocatore: dobbiamo abituarci a comprendere questo atteggiamento”. “Tali iniziative –ha affermato il segretario regionale Cisl Lucia Diamanti- si pongono in un’ottica di attivazione a 360° della Cisl verso i giovani. L’azione del nostro sindacato è impegnata su due versanti: quello interno –ha spiegato Diamanti- che punta a un ricambio generazionale della dirigenza attraverso percorsi mirati di formazione e quello esterno di avvicinamento alle nuove generazioni attraverso l’attiva e propositiva conoscenza del mondo dei giovani. In tale processo –ha puntualizzato il segretario- il sindacato ascolta le esigenze che i giovani esprimono e, grazie anche alle indicazioni manifestate, cerca di dare delle concrete risposte. L’attuale gruppo giovani –ha poi affermato con orgoglio Lucia Diamanti- è attivo e proiettato verso nuove iniziative, supportato dalla segreteria regionale. La Cisl rivolgendosi alle nuove generazioni fa del problema occupazionale il fulcro del proprio ragionamento non sottovalutando però la questione del riconoscimento sociale dei giovani in una società in continuo cambiamento. Precarietà ma anche occupazione di qualità due dei punti nevralgici sui quali la Cisl sta incentrando il proprio lavoro a vantaggio dei giovani e soprattutto di quelle donne che hanno investito in alta formazione e trovano sempre troppe difficoltà di inserimento nel mercato del lavoro umbro, ma anche nazionale”. Il responsabile regionale formazione Cisl Stefano Candelori ha affermato che “il Corso per giovani dirigenti sindacali di Spagliagrano rappresenta per tutta la Cisl un investimento per il ricambio della classe dirigente: non a caso più di un terzo dei partecipati sono donne. Da sottolineare –ha poi specificato Candelori- molte delle persone che hanno preso parte al corso, durato più di un anno e mezzo, hanno già assunto ruoli di dirigenza all’interno della nostra organizzazione”. Condividi