mura etrusche.jpg
PERUGIA - Sabato 26 Gennaio 2008 si svolgerà la prima camminata urbana del “PerugiaCaiTrekking”, organizzata dalla Sezione di Perugia del Club Alpino Italiano, con il patrocinio dell’Assessorato al Turismo del Comune di Perugia. Il tema conduttore della camminata, a cura della Professoressa Donatella Perfetti, è quello delle antiche mura etrusche di Perugia, con qualche divagazione verso quelle medievali, per riscoprire come queste antiche vestigia non solo siano ancora visibili, ma, più o meno incosciamente, fanno ancora parte del tessuto e della vita di tutti i giorni della città. Seguendo più o meno il periplo delle mura etrusche, l’itinerario toccherà Porta Marzia, le vie Oberdan, Cartolari, della Viola, per risalire all’Arco dei Gigli verso via Bontempi e via delle Prome. Quindi dall’Arco Etrusco ci si dirigerà verso il Teatro Morlacchi, per scendere per vicoletti (con belle vedute su San Francesco al Prato) alla Porta Trasimena. Poi è previsto un excursus verso il Campaccio per risalire poi, tramite le scalette del Paradiso, all’Arco della Mandorla e quindi a Piazza Italia. L’appuntamento è alle ore 10,15 all’interno della Rocca Paolina (alla confluenza delle due vie, quella che sale dalle scale mobili e quella che sale da Porta Marzia). Il pranzo è al sacco (o si acquista qualcosa da mangiare quando ci si ferma per la sosta pranzo nei pressi dell’Arco Etrusco) e il termine dell'escursione è previsto nel primo pomeriggio (15,30 circa). Il progetto “PerugiaCaiTrekking”, rivolto soprattutto alle Sezioni CAI di altre città, ma aperto ovviamente a tutti, si inquadra in una attività escursionistica invernale della Sezione di Perugia del Club Alpino Italiano, volta a riscoprire e a valorizzare le parti più nascoste e le immediate vicinanze della città di Perugia. Questo programma si apre 08 sotto i migliori auspici, non solo per le belle previsioni del tempo, ma anche perché sono pervenute alla segreteria del CAI decine e decine di prenotazioni. Ha dato la propria adesione anche l’assessore al turismo del Comune di Perugia Ilio Liberati. Condividi